War of the Spark speculazioni

War of the Spark speculazioni

In questo ultimo anno il gioco di Magic the Gathering è cambiato abbastanza, abbiamo avuto modo di capire che soprattutto in Magic Arena, in Best of One, il formato più giocato, non avendo la possibilità di inserire la sideboard, molte partite vengono decise all’assegnazione dell’avversario casuale.

I mazzi aggro hanno avuto un gran successo perchè non hanno carte morte e non si curano molto del nemico da affontare.

I combo possiamo dire che in standard sono quasi inesistenti, e da quando Nexus of Fate è stata bannata dalle best of one sono diminuiti ancor di più.

I control hanno il problema che le partite durano troppo e soprattutto in ranked, è molto lungo salire con i mazzi lenti.

Come mai questo lungo preambolo?

Perchè a mio parere con la nuova espansione “War of the Spark” ha la possibilità di risolvere molti problemi nati proprio con le Best of One!

War of the Spark speculazioni

C’è bisogno di carte flessibili, con le espansioni di Ravnica abbiamo visto la ricomparsa delle Split Card, molte hanno visto gioco come [card]Find // Finality[/card]. In generale trovo che si abbia la necessità, soprattutto per le carte che interagiscono con l’avversario, di avere carte che possano essere utili sia se il mio avversario è un control, sia se l’avversario è un aggro. I Planeswalker, avendo più abilità e quindi più scelte, possono soddisfare questo bisogno.

In questa nuova espansione ci saranno oltre 30 nuove carte Planeswalker e se ne troverà uno per pacchetto. E’ molto facile immaginare che non tutti potranno essere di rarità mitica. Ci si aspetta che la maggior parte di essi siano non comuni. Non parliamo di carte uncommon capaci di vincere le partite da sole come gran parte dei Planeswalker, ma di qualcosa che possa sostituire delle carte situazionali.

Alcuni esempi per capire meglio di cosa sto parlando: [card]Lightning Strike[/card] è una carta che nel rosso permette di essere utilizzata sia per distruggere una creatura, sia per sparare direttamente alla vita dell’avversario. [card]Moment of Craving[/card] è una carta incredibilmente forte contro aggro, ma diventa totalmente inutile se stiamo affrontando un mazzo control. Se stiamo giocando in Best of Three possiamo comodamente sostituirla con altre carte nella sideboard, ma in Best of One avere delle carte inutili può costare la partita e far innervosire molto i giocatori. Diciamo che esistono delle carte a costo più alto che ti danno una scelta maggiore e di conseguenza la certezza che la carta possa essere utilizzata nel corso della partita, come [card]Vraska’s Contempt[/card], ma soprattutto se inizia l’avversario, è possibile che la partita finisca prima del quarto turno.

War of the Spark: speculazioni sui Planeswalker

Io ho pensato ad una soluzione a questo problema risolvibile con una carta Planeswalker:

War of the Spark speculazioni

Questa carta che ho inventato ha una sua funzione specifica contro qualsiasi avversario.
La si può giocare contro aggro come se fosse una semplice rimozione nei confronti di una creatura, utilizzando il -3 e facendo morire subito il Planeswalker. In questo modo si possono sfruttare bene anche eventuali copie di esso nella mano. Ma pagando più volte i nostri punti vita la si può trasformare in uno sforna-creature per fare vantaggio on-board quando si gioca contro un mazzo control. Ovviamente in questo caso non ci importa molto di spendere punti vita.

L’idea quindi è di avere delle carte generiche che possano essere utilizzate contro la maggior parte dei mazzi in Game1, ma che poi possano essere sostituite da carte più specifiche e performanti nei game successivi (nel caso delle Best of Three) grazie all’apporto della side. Ovviamente non devono essere una scelta obbligata per i mazzi che includano questo colore, ma specifica per un archetipo. Ad esempio con quel -3 non si consente di giocarlo in un tricolore perchè presumibilmente avrà un numero limitato di carte nere e allo stesso modo è difficile che possa essere utilizzato in un mazzo aggro perchè avrà ben poche carte in mano.

War of the Spark altre idee per Planewalker non comuni

Ecco un altro esempio di una carta Planeswalker che può essere utile, ma non una “win condition”:

Lo so che questa carta non è caratterizzata come le altre nei colori e nella storia del personaggio, mi serviva solo come esempio…

Il concetto è di poter scegliere tra due abilità molto diverse tra loro a seconda dell’avversario. Inoltre se il Planeswalker viene ignorato genera un vantaggio concreto ad ogni turno permettendoti di filtrare le pescate. Non ha un modo automatico per aumentare i Loyalty Points, cosa già presente in un Planeswalker precedente. Potrebbero anche essere inserite nel set carte che aumentano i punti dei Planeswalker come giù fatto con [card]Settle the Score[/card]. Ad esempio una creatura nera a 2 mana che dice: sacrifica questa creatura per aggiungere 2 Loyalty Points ad un planeswalker a tua scelta. In questo modo si creerebbe un sistema di vantaggio carte più consistente. Questa carta in particolare può essere interessante esclusivamente in Game1, dal momento che post side ho una vasta gamma di carte più specifiche contro il mazzo avversario.

War of the Spark chiusure per i Control

Allo stesso modo credo che i mazzi control abbiano il diritto di poter giocare carte che possano concludere a partita senza dover aspettare mille mila turni. Pensiamo ai mazzi che giocano [card]Teferi, hero of Dominaria[/card], arrivano alla sua ultimate e aspettano che l’avversario finisca le carte del mazzo. Bisogna pensare a carte meno difensive e più orientate verso una chiusura veloce.

Non credo che una carta del genere verrà mai stampata, ma il senso è molto chiaro: mi metto a rischio, se l’avversario non è in grado di infastidirmi per un po’ di turni, allora vinco. Una cosa simile era stata fatta con [card]Approach of the Second Sun[/card], forse una delle carte più odiate di Amonkhet, ma in questo caso a far vincere la partita è un permanente molto più semplice da rimuovere o a cui togliere Loyalty.

Concludo dicendo che i Planeswalker possono essere un punto di svolta per il gioco, soprattutto per le Best of One, a patto che vengano creati nella maniera giusta! A mio parere bisogna puntare a design sul genere di [card]Vivien Reid[/card], che sono indirizzati ad un archetipo e chiudono la partita con l’ultimate, invece che come [card]Teferi, hero of Dominaria[/card] che possono essere abusati da ogni mazzo con quei colori e che anche dopo l’ultimate mandano la partita in uno stato di stallo, che fa innoiare entrambi i giocatori dal momento che la partita è finita in maniera non ufficiale, e bisogna aspettare un “Concede”.