La Storia di Jace Beleren in italiano

La Storia di Jace Beleren in italiano

Jace Beleren è un planeswalker umano di Vryn. È l’ex Patto delle Gilde viventi di Ravnica e membro fondatore del Gatewatch.

La Storia di Jace Beleren in italiano

Jace è incredibilmente intelligente e capace di talenti come la chiaroveggenza e l’illusione. La sua specialità, però, è nell’arte della magia mentale che lo rende unico nel multiverso. Ha una natura riservata e una coscienza inquieta per le decisioni sbagliate che ha preso in passato. Curioso e amante del controllo, Jace è un maestro della lettura mentale, dell’illusionismo e della modifica della memoria. I suoi poteri telepatici gli permettono di manipolare i maghi nemici contrastando la loro magia o usando i loro incantesimi contro di loro. È per lo più autodidatta, poiché ha l’abitudine di perdere o cancellare i suoi ricordi. Un esperto analista, ha sempre un piano A e un piano di B, per ogni situazione.

Jace è un giovane snello con i capelli castani spettinati. I suoi tatuaggi facciali bianchi sono stati creati dal clan Gruul che lo ha accolto da bambino. Sul suo mantello, sfoggia un simbolo che ne deriva: un anello allungato, aperto in basso, con un cerchio fluttuante nel mezzo. Il simbolo rappresenta il collare di una sfinge, che per lungo tempo è stato l’unico ricordo del suo piano di casa.

Jace utilizza unicamente mana blu. Durante la creazione di incantesimi, gli occhi di Jace si illuminano di un magico blu brillante. Di solito cerca di evitare il combattimento fisico. Mentre viaggia tra i piani del multiverso, scompare in un complesso incrocio di luce blu.

La Storia di Jace Beleren in italiano: Adolescenza

Jace nacque a Silmot’s Crossing sul piano di Vryn. Il suo unico dono di telepatia si manifestò molto presto nella sua vita, spesso per l’immenso imbarazzo dei suoi genitori. Disperato per frenare la natura precoce del giovane, suo padre cercò l’assistenza del mago locale noto come [card]Alhammarret, High Arbiter[/card]. Alhammarret gli permise di diventare il suo apprendista. Sotto la sua tutela, Jace trascorse anni ad apprendere nuovi incantesimi e magie, ma soprattutto, iniziò a sentirsi il benvenuto per la prima volta nella sua vita.

Non sarebbe durato per molto però.
Dopo un paio d’anni di allenamento, Alhammarret ha iniziato a mandare Jace a raccogliere informazioni. Sotto la copertura dell’oscurità e delle illusioni, Jace si intrufolava nei campi di tutte le fazioni in guerra per conoscere i piani di battaglia degli eserciti. Durante una delle sue relazioni, Jace cercò di entrare nella mente del suo maestro, un’impresa che non aveva mai realizzato prima. Questo gli permise di comprendere la verità scioccante della propria esistenza.

Scoprì che la sua scintilla si era accesa da oltre un anno, immergendolo nella Cieca Eternità. Alhammarret gli aveva mentito su quello che era successo e aveva ripetutamente cancellato l’accaduto dalla mente del giovane. Alhammeret si confidò con il padre di Jace per l’evento, decidendo di tenere il segreto.

Quando finalmente Jace lo scoprì, iniziò a cancellare le sue conoscenze per tenerle lontano dalla sfinge. Invece, iniziò a scrivere un registro su carta.

La Storia di Jace Beleren in italiano
La Storia di Jace Beleren in italiano

Più tardi si è scoperto che Alhammarret stava manipolando entrambe le fazioni in guerra gli uni contro gli altri fornendo loro informazioni militari, e mantenendo così intatto il suo status di arbitro. Usò Jace come intermediario, per raccogliere informazioni da Ampryn e dai Troviani. Cancellava il ricordo di Jace, prendeva i soldi delle informazioni per se stesso, e faceva continuare la guerra.

Alla fine, Jace ebbe il coraggio di sfidare il suo maestro in un duello di telepatia. A costo di gran parte della sua mente (e, inavvertitamente, dei suoi ricordi), distrusse la mente della Sfinge, rendendo Alhammarret incapace di respirare. La forza della battaglia, in combinazione con il danno fatto a se stesso, costrinse Jace a planare accidentalmente via, atterrando nelle strade di Ravnica.

Il servizio per il Consorzio

Jace raggiunse il piano di Ravnica. Qui si stabilì in una vita confortevole, vivendo nelle alte sfere della società e guadagnando i suoi soldi attraverso il ricatto. Usava la sua telepatia per imparare i segreti dei ricchi e li estorceva per il suo continuo silenzio. Mentre conduceva affari, Jace fu attaccato da creature convocate dai membri del Consorzio Infinito. Dopo una breve ricerca di fondo, Jace si confrontò con il maestro del Consorzio [card]Tezzeret the Seeker[/card] e apprese che questi attacchi erano in realtà un “invito” per Jace a unirsi all’organizzazione di Tezzeret. Con un po ‘di esitazione, Jace accettò e iniziò ad allenarsi con Tezzeret per affinare la sua telepatia per l’uso del Consorzio.

Ad un certo punto durante il primo anno di lavoro di Jace per il Consorzio Infinito, fu mandato a rintracciare e recuperare una pergamena che [card]Chandra Nalaar[/card] aveva rubato a Kephalai dal Santuario delle stelle. Tuttavia, la sua missione era di cancellarne tutti i ricordi dalla mente della piromante, e non solo di restituire la pergamena a Kephalai. La rintracciò nel monastero di Keral Keep dove ha affrontò la ragazza. Dopo una breve battaglia, Jace completò il suo obiettivo e tornò da Tezzeret.

Dopo alcuni anni, Tezzeret e Jace ebbero dei litigi per una missione andata male a Kamigawa.

Poco dopo, un agente di [card]Nicol Bolas, planeswalker[/card], il maestro originale del Consorzio Infinito, contattò Tezzeret su una disputa mineraria su un piano sconosciuto. Tezzeret programmò un incontro con il drago su un piano antico e portò Jace per assicurarsi che Bolas non tentasse di sondare la mente di Tezzeret. Jace fu distratto dal drago, che scaltramente tennne due conversazioni mentali contemporanee con entrambi. Jace quindi fallì nel proteggere la mente di Tezzeret dagli attacchi di Bolas. Tezzeret allora lo punì con la sua spada torturandolo per aver fallito nonostante la sua inesperienza e la grande differenza di potere che possedeva Bolas.

Alla fine, Jace si sentì a disagio con i metodi di Tezzeret e il suo desiderio di potere, e dopo aver rifiutato un compito che andava contro la sua stessa natura, alla fine cadde dalle grazie di Tezzeret. Jace scappò verso la parte più lontana di Ravnica nella speranza di sfuggire all’ira del Consorzio. Mentre cercavano di nascondersi, si imbattè nella bella negromante [card]Liliana Vess[/card], che flirtava con lui, finendo infine in una torrida relazione con Jace. Tuttavia Liliana fu costretta dal Consorzio a rivelare dove Jace si era stabilito. Tezzeret mandò un assassino per uccidere Jace, ma l’attacco non riuscì.

Jace si rivolse a Nicol Bolas per avere un aiuto nel localizzare il santuario di Tezzeret, lui e Liliana pianificarono un assalto alla base degli artificieri. Alla fine, l’attacco fallì, Jace fu catturato e il tradimento di Liliana venne alla luce. Tezzeret trascorse mesi a costruire un artefatto per controllare la mente di Jace senza danneggiare le sue abilità, mentre Jace veniva torturato violentemente dal piromante Baltrice. Liliana aiutò Jace a fuggire dalla prigione costruita da Tezzeret. Insieme tentarono nuovamente di distruggere Tezzeret, scatenando il caos nella sua base operativa. Alla fine, Jace e l’artefice duellarono, con Jace che ripulì la mente di Tezzeret, lasciando il consorzio senza un leader. Jace, riconoscente, fece un voto a sé stesso di aiutare Liliana in ogni modo che poteva.

Il Risveglio degli Eldrazi

Circa tre anni dopo aver recuperato la Dragon Scroll da Chandra, l’interesse di Jace rimaneva forte su di essa. Con “l’assistenza” di [card]Garruk Wildspeaker[/card], Jace decodificò presto la posizione indicata nella pergamena come il piano di Zendikar. Poco dopo, seguì le orme di Chandra, avendo assunto una guida per scalare le montagne di Akoum. Usando la sua abilità nell’illusione per tenersi al sicuro, lui e la sua guida presto incontrarono l’infelice [card]Anowon, the Ruin Sage[/card], che attaccò Jace e uccise la sua infida guida. Sottomettendo Anowon, Jace strappò le informazioni che cercava dalla mente del vampiro e lo convinse a sostituire la sua guida verso l'[card]Eye of Ugin[/card].

Arrivato all’Occhio, un muro si chiuse tra i due, con Anowon che gridava avvertimenti a Jace che poco dopo cadde nel vuoto. Ciò che Jace trovò, con sua grande sorpresa, fu un immenso Drago che combatteva con Chandra. Jace immediatamente offrì il suo aiuto, ma rimase sbalordito nel trovare che i suoi incantesimi funzionassero male poichè uno degli Hedri galleggianti nella grotta assorbivano la sua magia. Sfruttando le capacità di entrambi crearono un fuoco invisibile. Tramite questo marchingegno, la coppia sconfisse il drago che riprese le sembianze originali del planeswalker [card]Sarkhan the Mad[/card], ma l’intero gruppo svenì per il contraccolpo. Chandra fu la prima a svegliarsi e scappò via.


La Storia di Jace Beleren in italiano

Con la scomparsa di Chandra, Jace non aveva motivo di restare nell’occhio. Con il suo obiettivo raggiunto, anche se malconcio, vagò per le caverne e si interrogò sul motivo per il quale i tre planeswalker si trovassero nello stesso posto in quel preciso momento. Nonostante la sua ignoranza del piano e dell’Occhio, Jace non poté fare a meno di notare che qualcosa era stato messo in moto con il suo coinvolgimento. Decise di informare i saggi di Sea Gate ad Halimar di questo sviluppo, ma prima che potesse lasciare il labirinto, Anowon tornò, chiedendo di sapere cosa fosse successo. Jace non ebbe il tempo di rispondere, perchè il saggio vampiro si avventò nel cuore dell’Occhio mormorando a se stesso che era successo qualcosa di irreparabile. Senza guida, Jace riuscì a trovare una città vicina e acquistò una cavalcatura. Senza perdere tempo, iniziò il suo viaggio di ritorno verso la nave per completare il suo viaggio. Sulla strada, un enorme membro della Razza Eldrazi attaccò, uccidendo la cavalcatura di Jace, ma lasciando il mago illeso. Jace arrivò alla barca e proseguì per la sua strada.

Ci sono molti altri avvenimenti di cui parlare fino ad arrivare a War of the Spark, per andare avanti clicca qui.

La Storia di Jace Beleren in italiano